Il santuario rupestre Madonna delle Grotte è ubicato in una valle alla quale si accede dalla vecchia strada che conduce a Scapoli.

La chiesa venne fatta edificare dagli abati di san Vincenzo.

Si tratta di un raro gioiello dell’architettura Benedettina che nasce  nei pressi dell’antico tracciato che collegava l’abbazia di San Vincenzo alle terre di San Benedetto.

Nel corso del seicento ha subito lavori di restauro,che però non hanno modificato le linee architettoniche del periodo  abbaziale di san Vincenzo.

Al suo interno sono conservati affreschi di notevole fattura.

Particolarmente interessante è l’impianto architettonico che, a due navate, si addossa alla parete rocciosa diventando l’asse principale su cui è stata edificata la chiesa.

Di pregevole fattura è il portale di accesso realizzato in alabastro Volturnense, e degni di nota sono i cicli di pittura medievali in esso contenuti.

La zona intorno alla chiesa rupestre della Madonna delle grotte è una delle più affascinanti della Valle del Volturno, e il visitatore non può che rimanere incantato dal paesaggio e dalla rigogliosa vegetazione circostante, in un contesto unico che dona pace al pellegrino, che sostando qui ha la sensazione che il tempo si sia fermato.